Autostima e felicità sono strettamente collegate ma può esistere l’una senza l’altra?

Bisogna essere felici per avere un’alta autostima o bisogna avere una grande autostima per essere felici?

 

Autostima e felicità - Enrico Gamba

 

Uno studio su autostima e felicità

In passato secondo molte ricerche si è sempre evidenziato il profondo legame fra autostima e felicità. In genere coloro che sono più felici tendono a sentirsi bene con se stessi e coloro che non hanno autostima sono generalmente infelici. Ma un nuovo studio suggerisce che ciò che rende felici le persone, dalla mezza età in su, e che dà loro sentimenti di valore non è strettamente connesso.

Sono state esaminate le caratteristiche di individui felici con alta e bassa autostima e le caratteristiche di individui infelici con alta e bassa autostima per determinare se questi tratti sono sinonimi o distinti l’uno dall’altro. Per determinare le loro somiglianze e differenze, i ricercatori Sonja Lyubomirsky, Ph.D., Chris Tkach, MA, e M. Robin DiMatteo, Ph.D., dell’Università della California a Riverside, hanno chiesto a un campione di 621 pensionati da 51 a 95 anni, dipendenti di una grande azienda di servizi pubblici, di compilare questionari su ciò che li ha resi felici e ciò che ha dato loro autostima nella vita.

 

Che cosa ha reso le persone più felici

Sentirsi ottimisti e voler stare con altre persone sono stati i principali fattori predittivi per sperimentare la maggior felicità in questa popolazione anziana. Essere di buon umore e sentirsi soddisfatti della vita erano anche predittori di felicità seppur meno importanti.

Questo del tutto in linea con altri sudi che hanno evidenziato l’importanza delle relazioni.

 

Che cosa le ha portate ad avere una maggiore autostima

Sentirsi ottimisti e non disperati, soddisfare i propri bisogni, essere soddisfatti del proprio livello di istruzione e del proprio valore personale erano i più forti predittori per sperimentare una più alta autostima. Le persone che raggiungono livelli più alti di autostima sembrano essere quelle che più di tutte realizzano i propri obiettivi.

L’unico fattore emerso, in comune fra autostima e felicità, sembra essere l’ottimismo. Le persone con livelli maggiori di ottimismo in generale tendono ad essere sia felici che con una maggiore autostima.

 

Come si può essere felici senza un alta autostima?

Alcuni casi, inoltre, hanno evidenziato come questi due fattori così importanti, autostima e felicità non fossero sempre correlati.

Com’è possibile avere una grande stima di sé ed essere infelici? Secondo gli autori alcune persone hanno una grande autostima ma sentono di non aver raggiunto i propri obiettivi. Sanno di essere intelligenti, abili, attraenti, “hanno quello che serve” ma non hanno realizzato ciò che volevano nella vita. Questo causerebbe l’infelicità anche in presenza di una buona autostima nella vita.

D’altro canto altri studi evidenziano come il raggiungimento dei propri obbiettivi sia strettamente connesso con il superamento di stati di ansia e depressione e più in generale alla soddisfazione nella vita.

Gli individui felici con una bassa autostima, invece, tipicamente avevano avuto stati d’animo più positivi che negativi, si erano sentiti relativamente soddisfatti delle proprie vite e di come avevano passato il proprio tempo libero in relazione con gli altri, sentivano uno scopo nella vita e godevano di buona salute.

Secondo Lyubomirsky la chiave per la felicità di questi individui, nonostante la loro bassa autostima, era la loro estroversione. Erano più sociali ed estroversi, questo rafforzerebbe la loro felicità ma non la loro autostima.

Questo studio evidenzia quanto autostima e felicità siano di fatto aspetti diversi della nostra vita. Benché connessi, autostima e felicità dipendono da fattori in parte differenti.

L’autostima risulta più collegata da un atto volitivo, mirato al raggiungimento di obiettivi nella vita. La felicità sembrerebbe invece più legata alle relazioni della vita al sentirci armonici e sereni in essa.

 

Come lavorare su autostima e felicità

Come far crescere la mia autostima

Naturalmente da queste riflessioni può discendere la consapevolezza di ciò che posso fare ogni giorno per aumentare la mia autostima, per farla crescere nell’arco della mia vita.

In particolare ciò che posso imparare a fare è focalizzare bene quali siano i miei obiettivi e raggiungerli, giorno dopo giorno.

Potrei ad esempio imparare sempre meglio a fare un buon “Life Design” e a concretizzarlo modificando le mie abitudini di conseguenza.

In questo video descrivo alcune attività che ciascuno di noi può fare ogni giorno per far crescere la propria autostima.

 

 

Come far crescere la mia felicità

Rispetto alla felicità invece ciò su cui potrei maggiormente focalizzarmi sono le mie relazioni.

La capacità di stare con gli altri, di costruire con loro percorsi di senso che mi aiutino a stare sempre meglio in compagnia.

Trovi qui di seguito un paio di video su questi argomenti. Buona visione!