Il perfezionismo uccide?

//Il perfezionismo uccide?

Psicologo Milano - perfezionismoOggi in molti tendono a voler eccellere nel proprio campo o in generale nella vita, arrivando a volte a livelli estremi di perfezionismo. Quest’attitudine sempre più diffusa e alimentata anche dall’esempio di personaggi famosi come ad esempio Steve Jobs è sempre più oggetto di studio anche per la psicologia. In una recente ricerca pubblicata su Review of General Psychology è risultato come in realtà il perfezionismo, inteso essenzialmente come il bisogno di essere perfetti o apparire tali, è associato a livelli sempre più alti di depressione e ansietà e, soprattutto, questa la notizia più allarmante, di suicidio. In realtà il perfezionismo nasconde spesso dietro di sé una radicata insicurezza, la convinzione più profonda di essere tutto tranne che perfetti. Il perfezionista crede in definitiva che potrà essere accettato e non giudicato solo riuscendo a mantenere standard qualitativi sempre più alti. Il rischio è così evidente. Il bisogno che ciascuno di noi sente più profondamente nel cuore di essere accettato e amato per ciò che è viene completamente trascurato e dimenticato. In uno studio del 2007 i ricercatori hanno condotto interviste con amici e familiari di persone che si erano recentemente tolte la vita. Più della metà di loro sono state descritte come perfezioniste. Il perfezionista è inoltre molto bravo a nascondere il proprio dolore. Condividerlo verrebbe vissuto come una forma di smascheramento in cui il lato fragile e sofferente verrebbe alla luce, un rischio troppo grosso da correre. In realtà il perfezionismo nasconde una forte ansia e un bisogno di controllo che possono essere superati solo riuscendo a sviluppare una diversa immagine di sé. Fra i tanti modi che ci possono aiutare in questo una delle strade che sembrano essere più efficaci per accrescere la nostra vera autostima sembrerebbe essere il dedicare parte della propria vita agli altri, volgendo al servizio altruistico le proprie innegabili doti. Un atteggiamento altruista volto al rispondere alle esigenze altrui impiegando i propri talenti non tanto ad essere perfetti ma a cercare di rendere migliore la vita delle persone a noi vicine potrà portare ad una crescita molto più profonda e positiva della propria immagine di sè portando a vivere con maggiore serenità il confronto con il mondo e con l’altro.

Articolo ispirato da qui.

By | 2016-03-01T10:19:26+00:00 ottobre 6th, 2014|Ansia|0 Comments

About the Author:

Psicologo Milano - dr. Enrico Gamba Il dr. Enrico Gamba è psicologo Clinico, psicoterapeuta, ipnoterapeuta e formatore. www.enricogamba.org

Leave A Comment

Iscriviti alla Newsletter
Rimani aggiornato sui prossimi appuntamenti, ricevi subito le prime dieci pagine di ONE, 365 giorni insieme, il libro del dr. Enrico Gamba.
Iscrivendoti accetti che i tuoi dati vengano conservati in conformità con l'ex art.13 D. Lgs. 196/2003
Never display this again